Capi di Stato e di Governo, Rappresentanti di Alto Livello delle Nazioni Unite e società civile si sono incontrati nel settembre 2015, alla 70° sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, per adottare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals-SDGs). Questi Obiettivi, da raggiungere entro il 2030, rappresentano un’agenda di sviluppo sostenibile universale e ambiziosa, un’agenda “delle persone e per le persone” creata con il coinvolgimento attivo dell’UNESCO.

L’UNESCO contribuirà alla realizzazione degli Obiettivi attraverso il suo lavoro nei seguenti settori: educazione, scienze naturali, scienze umane e sociali, cultura, comunicazione e informazione, obiettivi di sviluppo sostenibile per l’oceano.

L’UNESCO è impegnata in particolare nel raggiungimento dell’Obiettivo n.4, che si propone di “fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva, e opportunità di apprendimento permanente per tutti”. Molti traguardi e indicatori legati all’educazione sono inoltre contenuti all’interno degli altri Obiettivi.

La situazione dell’Italia rispetto agli Obiettivi dell’Agenda e le iniziative intraprese del nostro paese per contribuire alla loro realizzazione sono ben presentare nel Rapporto Annuale dell’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile-ASviS. Nell'ambito dell'Obiettivo n.4 il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca-MIUR e l'ASviS promuovono il concorso nazionale "Facciamno 17 goal. Trasformiamo il nostro mondo: l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile", rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado con llo scopo di favorire la conoscenza, la diffusione e l'assunzione degli stili di vita previsti nell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.