VENEZIA E LA SUA LAGUNA

Venezia, nel nord-est dell'Italia, fu fondata nel quinto secolo su 118 piccole isole dalle popolazioni venete  per sfuggire alle incursioni dei barbari.

Le isole più piccole si fusero nel tempo in un unico sistema urbano in cui i piccoli rii, che tuttora separano le isolette, diventarono le arterie della città sull'acqua. Altre isole più grandi, come Torcello, Murano, Burano, rimasero indipendenti e crearono ciascuna il proprio villaggio di pescatori e di artigiani.

Nel decimo secolo Venezia diventò una potenza marittima e per alcuni secoli i suoi mercanti svolsero un ruolo fondamentale nella scoperta del mondo.L'arte e la cultura di Venezia ebbero un'area di influenza enorme, dalla Dalmazia all'Asia MInore,'Egitto, Peloponneso e Creta, e la pittura di artisti come Tintoretto, Tiziano e Tiepolo lasciò un'impronta indelebile nello sviluppo delle arti decorative in tutta Europa.

Venezia stessa è la testimonianza del suo passato. La "signora dei mari" ha rappresentato un ponte tra l’Oriente e l’Occidente, fra l’Islam e la Cristianità, e continua a vivere nelle migliaia di monumenti e vestigia di epoche passate.I diversi stili e la stratificazione urbana si sono fusi in unico coerente e di eccezionale valore artistico e architettonico, che rende Venezia una città unica al mondo, di cui l'acqua e la laguna sono  parte costituiva.

Il fascino di Venezia, rimasta intatta nella struttura urbana rispetto al Medio Evo e al Rinascimento, è dovuto un parte anche al mantenimento del paesaggio lagunare circostante, che si estende per 50.000 chilometri quadrati.

Per approfondimenti si consiglia di visitare il sito ufficiale del Centro del Patrimonio Mondiale UNESCO, responsabile dell’iscrizione dei siti del Patrimonio Mondiale, e di prendere visione del dossier di Venezia.

Per approfondimenti di carattere storico e artistico, in particolare per docenti e studenti, si consiglia di visitare il sito del progetto “Patrimonio mondiale nella scuola”, un’iniziativa sostenuta dall’Associazione beni italiani patrimonio mondiale dell’Unesco in collaborazione con MIBACT e MIUR per promuovere la divulgazione dei princìpi cardine dell’Unesco nelle scuole, soprattutto attraverso il portale di carattere didattico.