OLTRE BABELE – LINGUA MADRE SEME DELLA SOCIETÀ MULTILINGUE. 4ª EDIZIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE A MILANO

 

 

L’ARCI Milano il giorno 24 febbraio 2017 organizza presso Laboratorio Formentini una manifestazione per celebrare la Giornata Mondiale della Lingua Madre. 

L’evento, patrocinato dalla Commissione Nazionale italiana per l’UNESCO, vedrà la partecipazione di esponenti delle varie comunità culturali attive nella vita sociale della città, che possiede una indiscussa vocazione internazionale. Già dal 2011, infatti, su iniziativa del Comune di Milano è stato costituito il “Forum Città Mondo”, che raccoglie un gran numero di associazioni rappresentative delle varie comunità di immigrati che vivono nella città.

All’evento saranno presenti anche traduttori, interpreti e mediatori culturali che si confronteranno con i partecipanti per discutere i temi della lingua madre, del dialogo interculturale e del plurilinguismo che ormai contraddistingue la maggior parte delle relazioni sociali delle città contemporanee.

La “Giornata Mondiale della Lingua Madre”, istituita dall’UNESCO nel 1999 per promuovere la diversità linguistica e culturale e riconosciuta dall’Assemblea dell’ONU nel 2007, ha l’obiettivo di difendere e preservare le diversità linguistiche nel contesto odierno, in cui si assiste ad una grande mobilità di persone e alla necessità di usare lingue di comunicazione internazionale.

Il 21 febbraio è stato dedicato alla lingua madre perché quel giorno del 1952 un gruppo di studenti di lingua Bangla scese in piazza per difendere l’uso della propria lingua che il governo Pakistano, a cui allora il Bangladesh era annesso, voleva sostituire con l’urdu. Per reprimere la manifestazione vennero impiegate le forze dell’ordine che uccisero 22 studenti.Da questo tragico evento, che per il Bangladesh è diventato festa nazionale, cominciò una lunga lotta di liberazione che si concluse con l’indipendenza del 26 marzo 1971.