PREMIO “UN CALCIO AL RAZZISMO"

Il Centro per l’UNESCO di Torino ha bandito, con il patrocinio e il contributo di Juventus Football Club S.p.A., la VII edizione del Premio “Un Calcio al Razzismoche prevede due borse di studio (ciascuna dell’importo di 5.000 euro) per realizzare azioni concrete volte a favorire l’integrazione ed eliminare la discriminazione etnica, da svolgersi entro il primo semestre del 2017.

La selezione terrà conto, in particolare, di requisiti quali l’ampiezza degli utenti coinvolti, la presenza di elementi di innovazione, la replicabilità e la sostenibilità nel tempo del progetto.

La Juventus, fortemente impegnata nella condanna ogni tipo di discriminazione, il 29 maggio 2014 ha sottoscritto con Unesco un accordo per la promozione del valore della cultura e dello sport, come motore per il raggiungimento della pace, e in questo ambito ha finanziato un progetto di ricerca che ha prodotto un documento dal titolo Colour? What Colour?”, pubblicato dall’ Unesco, che studia per la prima volta il problema della discriminazione e del razzismo nel calcio professionistico e dilettantistico, ponendosi come utile strumento di valutazione per tutti gli stakeholder del mondo dello sport.

La collaborazione della Juventus con l’UNESCO, recentemente rinnovata per ulteriori due anni, si è sviluppata anche attraverso progetti locali come ‘Gioca con Me’ (che, in collaborazione con il centro UNESCO di Torino, offre l’opportunità a bambini e bambine a rischio di emarginazione di seguire i programmi della Scuola Calcio Juventus) e l’”UNESCO Cup”, un evento a scopo benefico che sostiene le iniziative di inclusione sociale destinate ai bambini soldato del Mali e della Repubblica Centrafricana.

Il progetto “Gioca con me” verrà presto arricchito con l’introduzione di un “Soft Skills Manual” che fornirà agli allenatori della Juventus Academy le linee guida essenziali per sviluppare un pacchetto educativo che promuova le capacità sociale ed emotive insieme a quelle fisiche. Il Manuale fa riferimento alla Carta Internazionale dell’UNESCO per l’educazione fisica e lo sport.

"

Il presidente bianconero Andrea Agnelli e