RELAZIONE PROGRAMMATICA 2017 DELLA CNIU

In occasione della recente Assemblea della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, alla quale partecipano vari rappresentanti di Istituzioni pubbliche e della società civile, il Presidente Franco Bernabè ha presentato la Relazione Programmatica 2017 della CNIU.

Nel ricordare l'universalità dei valori espressi dall'UNESCO e la necessità di realizzarne concretamente la condivisione, il Presidente ha sottolineato il ruolo di coordinamento che spetta alla Commissione nell'ambito della collaborazione esistente con il governo, le amministrazioni pubbliche e gli enti della società civile. Il fine della Commissione è quello di dare coerenza all'impegno italiano e di creare valore aggiunto riconducendo in un "sistema Italia intorno alle iniziative UNESCO" le attività svolte dai vari attori.

Nella Relazione Programmatica viene data evidenza alla necessità di sviluppare un efficace sistema di comunicazione, in primo luogo utilizzando il nuovo sito web della Commissione, destinato a dare visibilità alle iniziative dell’UNESCO, come il Patrimonio Mondiale, il Patrimonio Immateriale, il MAB, i Geoparchi, le Città Creative, le Cattedre UNESCO, le Learning Cities, la Memoria del mondo, e alle attività svolte in tale ambito dalla Pubblica Amministrazione e dagli operatori della società civile.

I settori prioritari per il 2017 riguarderanno l’Agenda 2030, che ha un focus specifico sull’educazione, la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale in un’ottica di turismo sostenibile, la diversità culturale, il ruolo della cultura per favorire la coesione sociale, il rafforzamento della collaborazione con le ONG attive nei settori di competenza UNESCO.