LA SETTIMANA DELLA DIETA MEDITERRANEA - EXPO, 14-20 SETTEMBRE 2015

Come stabilito a Cipro nel 2014 durante la IV Riunione Intergovernativa, dal 1° maggio 2015 l’Italia ha assunto il compito di coordinare per un anno le attività di valorizzazione e promozione della Dieta Mediterranea realizzate dai sette Paesi (Spagna, Marocco, Grecia, Cipro, Croazia, Portogallo, Italia) che compongono il network di tutela e promozione dell’elemento riconosciuto il 17 novembre 2010 dall’UNESCO quale Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Nel corso dei lavori dell’EXPO delle Idee, svoltosi a Milano il 7 febbraio 2015, il Tavolo n.13 dedicato alla Dieta Mediterranea ha proposto la realizzazione di una settimana, in ambito EXPO, da dedicare alla salvaguardia e alla valorizzazione della Dieta Mediterranea quale stile di vita e Patrimonio Immateriale dell’Umanità. La proposta è stata poi condivisa e approvata nel corso della V Riunione Intergovernativa, che si è tenuta ad Atene il 20 aprile 2015.

Da lunedì 14 fino a domenica 20 settembre si è svolta ad EXPO la Settimana della Dieta Mediterranea. Numerosi convegni, forum, show cooking, talk show, ma anche attività per i più piccoli sono stati organizzati durante tutta la settimana presso lo spazio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) all’interno del Padiglione Italia, presso il Cluster Bio-Mediterraneo e il Padiglione dell’Unione Europea. In allegato il programma degli eventi.

Oltre alla Riunione Straordinaria dei delegati dei sette Paesi, che si è svolta il 17 settembre, è stata organizzata il 18 settembre, in collaborazione con il Forum Internazionale della Dieta Mediterranea di Imperia, una Giornata internazionale della Dieta Mediterranea, con un programma articolato di eventi e sessioni di lavoro che ha visto partecipare istituzioni, comunità emblematiche, comunità scientifica e società civile. In tale ambito, è stata presentata la Carta dei valori della Dieta Mediterranea, finalizzata a creare un network delle comunità della Dieta Mediterranea e un modello di governance, fornendo specifici strumenti alle comunità locali che vogliano implementare per il futuro misure di salvaguardia dell’elemento.

Il MIPAAF, con il Gruppo di lavoro interdipartimentale per la Dieta Mediterranea istituito a marzo 2015, ha coordinato il palinsesto delle giornate, che sono state organizzate dai seguenti soggetti: Forum Internazionale della Dieta Mediterranea di Imperia, CIHEAM-Bari, CNR, CREA, ENEA, Forum sulle culture alimentari mediterranee/FAO, Cluster Bio-Mediterraneo, Legambiente, Centro Studi Dieta Mediterranea “Angelo Vassallo”, Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza; Università Suor Orsola Benincasa di Napoli/MedEatResearch, Università LUISS Guido Carli, Confederazione CONFIMI, Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Pizza Verace, Associazione Nazionale Città dell’Olio, Comune di Pollica, Comune di Pantelleria.

Per ulteriori informazioni: http://mediterradiet.org